Cos’è l’intelligenza strategica

Cos’è l’intelligenza strategica

Cos’è l’intelligenza strategica

Autore: Samuel Gentile

dal “Breviario sul pensiero strategico”

È dal trattato “L’arte della guerra”, scritto da Sun Tzu nella Cina del VI-V secolo a.C., che parliamo e scriviamo di strategia. In secoli e secoli di letteratura, possiamo trovare innumerevoli testi dedicati alla strategia volti ad indagare cosa sia, di cosa sia composta o come la si possa applicare, indipendentemente dal fatto che si tratti di strategia applicata alla guerra, alla caccia, al gioco, alla seduzione o al business.

Alcuni testi sono molto utili perché pratici e comprensibili, altri meno. Capita però che, tra le pagine di un saggio o un trattato, ci si scontri con temi e concetti ricchi di significato, che permettono di compiere un importante passo verso la definizione della parola “strategia”.

Emanuele Sacerdote -imprenditore, scrittore e docente- nel 2019 pubblica il suo “Breviario sul pensiero strategico – Discorsi e percorsi per conquistare il futuro migliore”, un brillante saggio dedicato alla strategia di business il cui scopo è innanzitutto svincolarla dai legami dei modelli mentali per riportarla sul piano concreto della realtà.

In particolare, nel “Breviario” compare un concetto molto interessante che descrive ciò che sta sotto la pianificazione strategica stessa; una facoltà individuale, che dall’individuo si allarga all’intera organizzazione, determinandone il cambiamento e, quindi, la crescita. È l’intelligenza strategica, definita dall’autore come

il complesso delle facoltà, delle attitudini e delle sensibilità di tipo emozionale, cognitivo e sentimentale necessarie e capaci di concepire, di elevare e di arricchire il pensiero e l’azione strategica”.

Secondo l’autore, l’intelligenza strategica si compone di sei attitudini fondamentali che lavorano in sinergia.

La prima è l’immaginazione, la facoltà chedà vita e nutre il pensiero strategico, perché consente di mettere in relazione la situazione attuale con il futuro, uscendo dagli schemi conosciuti e visualizzando la destinazione.

Segue la consapevolezza, che consiste nella capacità di raccogliere informazioni e di analizzarle. Attraverso la comprensione del contesto, permette di sviluppare un pensiero critico, innovativo e migliorativo.

La terza facoltà è la progettualità, cioè la competenza di ideare ed elaborare un progetto in modo qualitativamente incrementale.

È grazie alla lungimiranza che è possibile cercare di prevedere le evoluzioni future possibili, perché combina la facoltà di esplorare, investigare e osservare con quella di proiettare e prevedere scenari futuri, riducendo così i rischi di errore.

La quinta attitudine è inaspettata quanto fondamentale: la mediazione, ovvero la capacità di saper conciliare il contesto al proprio scopo. Nei momenti di rinnovamento, infatti, è cruciale saper gestire risorse diverse, per farle convergere verso il raggiungimento dell’obiettivo futuro.

Infine, il rigore è la facoltà che permette di applicare il metodo della pianificazione in modo efficace.

Come conclude Sacerdote, è essenziale che immaginazione, consapevolezza, progettualità, lungimiranza, mediazione e rigore rientrino nella stessa cultura aziendale, perché è la cultura aziendale stessa ad essere lo strumento di cambiamento più potente.

Tutto deve basarsi su un sistema di valori condiviso, di volontà collettiva e di fiducia reciproca”

Il nostro consiglio:

Il “Breviario sul pensiero strategico” di Emanuele Sacerdote è un libro che ti ronza in testa, che stimola la riflessione e concettualizza temi importanti per chi, come noi, studia l’arte di fare strategia.

Pensare che esista una facoltà che guida la pianificazione strategica può essere molto utile: il pensiero strategico diventa così più concreto, quasi tangibile, e possiamo capire meglio che necessita di allenamento costante, di basi culturali solide, di ricerca e approfondimento.

PARTECIPA A CAMPO ZERO: MEZZA GIORNATA DI ESERCIZI PRATICI PER IMPARARE A FARE STRATEGIA AGILE PER IL BUSINESS

CORDATA AGILE: SCOPRI IN ANTEPRIMA QUANDO PARTIREMO

Registrati, non sarà una newsletter. Contattiamo i nostri amici solo per comunicare loro novità importanti. Iscriviti alla nostra cordata ti avviseremo sulle prossime partenze di Campo Zero.

Acconsento al trattamento dei miei dati*

No Comments

Post A Comment