Innovare senza partire dal prodotto è possibile

Innovare senza partire dal prodotto è possibile

Innovare senza partire dal prodotto è possibile

Autore: Samuel Gentile

L’innovazione culturale: una prospettiva nuova ispirata dalla teoria di Douglas Holt

 

Autore: Davide Perale


Tempo di lettura: 2 MINUTI

 

L’innovazione viene fraintesa.
Il motivo è semplice: si adottano gli stessi processi usati nell’innovazione tecnologica di prodotto anche per innovare gli altri fattori che costituiscono il complesso sistema che sta alla base del modello di business.
Vi è mai capitato di cercare di curare al meglio una particolare caratteristica del vostro prodotto senza rendervi conto di un potenziale innovativo nascosto in altri aspetti che riguardano la vostra realtà?
Se non vi fosse mai capitato guardate questo video (Campagna di sensibilizzazione della Transport of London).

 

Questa però è l’innovazione per come la vedono molte realtà, una gara per creare una proposta di valore imbattibile per: funzionalità, convenienza, affidabilità, prezzo o esperienza, ma anche stravaganza.
Peccato che quotidianamente vengono spesi molti soldi in questa modalità di innovazione, anche se l’innovazione vera sta negli occhi di chi guarda.

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” – Marcel Proust

Bisogna approcciare l’innovazione da un punto di vista diverso, quello culturale e non solo tecnico/tecnologico.
Significa: far evolvere ciò che viene percepito come “di valore” dai nostri clienti.
Da cosa partire? Indossate i panni del vostro cliente e vivete come lui.
Immergersi è necessario per osservare e destrutturare la cultura relativa alla categoria di clienti che scelgono il vostro prodotto, o potrebbero sceglierlo. Per conoscerne i tratti culturali che caratterizzano i tuoi clienti bisogna adottare la visione da antropologo o meglio ancora: da etnologo. Per questo è molto importante come scegli di approcciare l’innovazione, soprattutto se si cade nell’inganno di usare in maniera errata, il concetto di Buyer Personas. [link all’articolo]

L’innovazione culturale aiuta a non cadere nel tranello dell’eterno presente, innamorandosi delle caratteristiche tecniche ma soprattutto ampliare i punti di vista per pianificare strategie capaci di raggiungere gli obiettivi di business desiderati.

Per farlo, in Strategia Agile abbiamo sviluppato la prima fase di mappatura del Metodo Agile di Cordata con uno strumento: la Matrice dell’innovazione strategica, il compendio più accurato dei singoli fattori che impattano il sistema aziendale.

Abbiamo appositamente realizzato questo strumento per prendere le giuste distanze e cambiare prospettiva, affinché gli strateghi di business della tua azienda possano prendere le migliori decisioni che influiscono sul vostro sistema di creazione di valore senza limitarsi e partire con gli stessi principi usati per innovare il prodotto.

Vuoi anche tu una copia e scambiare due chiacchiere con un nostro Business Developer?

Può non essere facile individuare il percorso più adatto.
Riserva la presentazione gratuita della Matrice dell’innovazione strategica.
Potrai da subito iniziare ad usarla.

Parliamone e conosciamoci! Ci metteremo quanto prima in contatto con te per accordare la modalità migliore. Chi mai vorrebbe intraprendere una spedizione senza sapere con chi mangerà o dormirà in tenda?

 

Questa non è una newsletter! Compila il form o chiamaci al numero 049 88 430 85

    Acconsento al trattamento dei miei dati*

     

    PARTECIPA A CAMPO ZERO: MEZZA GIORNATA DI ESERCIZI PRATICI PER IMPARARE A FARE STRATEGIA AGILE PER IL BUSINESS

    CORDATA AGILE: SCOPRI IN ANTEPRIMA QUANDO PARTIREMO

    Registrati, non sarà una newsletter. Contattiamo i nostri amici solo per comunicare loro novità importanti. Iscriviti alla nostra cordata ti avviseremo sulle prossime partenze di Campo Zero.

    Acconsento al trattamento dei miei dati*

    No Comments

    Sorry, the comment form is closed at this time.