Allenare l’abitudine all’innovazione sistemica

Allenare l’abitudine all’innovazione sistemica

Allenare l’abitudine all’innovazione sistemica

Autore: Samuel Gentile

Come affrontare i peggiori scenari con metodo

 

Autore: Davide Perale


Tempo di lettura: 2 MINUTI

 

Nei momenti di difficoltà a livello aziendale, crisi, cali produzione o anomalie, è richiesto un grande sforzo. Le aziende che si trovano in scenari simili tendono a ricadere con facilità nelle vecchie abitudini.
In quelle situazioni c’è invece il bisogno di trovare soluzioni inedite. E non sempre le vecchie abitudini aiutano a trovare nuove soluzioni, nuovi punti di vista.
Dipende perciò dalle abitudini. Non è utile trasformare una soluzione in abitudine. Questo perché lo scenario cambia in continuazione e potrebbe non essere altrettanto efficace.
È meglio rendere abitudinaria una procedura capace di innescare nuove soluzioni.

 

Creare le abitudini richiede tempo, chi dice 66 giorni altri 30 o meno.
C’è un prezioso libro che conservo all’interno della mia libreria: “Il potere delle abitudini” di Charles Duhigg. Fa ragionare su quanto le giuste abitudini aiutano a conquistare ottimi risultati. Lo fa descrivendo diversi casi, quello che più mi ha attratto è quello di Michael Phelps e il suo allenatore Bowman.
Michael Phelps “lo squalo di Baltimora”. Vi sto parlando dell’atleta più medagliato di sempre alle Olimpiadi. 28 medaglie delle quali 23 d’oro. Fino al suo ritiro nel 2016 Phelps ha macinato vittorie su vittorie diventando un’icona dello sport mondiale.
Questi risultati non sono arrivati grazie alla fortuna ma grazie a abitudini fatte di routine, processi guidati che a mano a mano lo portavano sempre oltre, superando ogni giorno la migliore espressione di sé stesso registrata nella sua “cassetta” (leggerete in dettaglio nel libro di Duhigg).
Per farvi capire quanto duro fosse seguire determinate routine per continuare a migliorare Under Armour ha fatto un fantastico video che vi condivido al link (https://youtu.be/mDQDTPWNcQ0).
Ma è come dice il video, dandoti delle regole e lavorando sodo quando gli altri non ti vedono, ti permetterà di raggiungere il successo.

Questo è un aspetto che nelle Piccole e Medie Imprese ha una percezione differente rispetto alle grandi realtà.
Possiamo dire che condividono gli stessi principi della nautica. Più grande è la nave più l’abbrivio è una forza da tenere bene in considerazione. Richiede una maggiore forza per aggiustare il tiro. E ha tempi di risposta molto più lunghi.
Attenzione però a non sottovalutarlo nelle aziende più piccole. Non esistono freni per bloccare il moto in automatico.
Quando gli strateghi di business si trovano a discutere del futuro il rischio è che si limitino esclusivamente a ragionare su ciò che conoscono senza ragionare su uno scenario allargato, anche se più complesso, e sulle forze che lo condizionano. L’impresa ha una strategia quando le sue decisioni seguono una logica che lega l’impatto di ogni decisione ad un’altra, convergendo verso un preciso obiettivo.

Non è dare valore alla soluzione ma al processo che ti porta a generare sempre soluzioni nuove da valutare poi a portarti al successo anche quando lo scenario cambia. Quando ti alleni non sei nell’ambiente da gara. Allo stesso modo devi allenarti e apprendere il processo mentre sei in allenamento anche per la tua azienda per fare la differenza all’occorrenza.
Quando lo scenario cambia all’improvviso, ci sono delle novità che possono prendere di sorpresa. Può, per esempio, emergere la paura dell’ignoto ma non è di certo questa a doverci fermare.

Cosa possiamo fare per farci trovare pronti? Dobbiamo allenarci per fare fronte agli scenari peggiori, imprevisti. Come ti prepari ad affrontare il cambiamento nella tua azienda?

In Strategia Agile abbiamo sviluppato una vera e propria “routine” per allenarsi al ragionamento strategico tenendo in considerazione i multipli aspetti che impattano il modello di business. abbiamo progettato lo Strategic Check Up per affiancare chi in azienda si trova a dover prendere scelte strategiche ad apprendere un flusso di lavoro capace di portare soluzioni nuove sul tavolo delle decisioni.
Al termine dei Strategic Check Up ci assicuriamo di condividere, oltre alle prospettive, anche il prezioso metodo che sta alla base. Vi forniremo strumenti come la Matrice dell’innovazione strategica e la guida introduttiva al metodo per assicurarci che tu possa replicare tale attività ogni volta tu ne percepisca l’esigenza.

Puoi richiedere un breve presentazione dei diversi Strategic Check Up per capire quale può fare al caso tuo. In alternativa puoi già richiedere l’incontro con i nostri Business Developer. Possiamo farti vivere una parte dell’esperienza insieme senza intraprendere l’intero percorso. Sarai tu poi a dirci cosa ne pensi e decideremo insieme come continuare il viaggio.

Stai pensando alla prossima scalata?

Vuoi conoscere la Matrice e scambiare due chiacchiere con un nostro Business Developer?

Parliamone e conosciamoci! Chi mai vorrebbe intraprendere una spedizione senza sapere con chi mangerà o dormirà in tenda?

 

Compila il form o chiamaci al numero 049 88 430 85

    Acconsento al trattamento dei miei dati*

     

    PARTECIPA A CAMPO ZERO: MEZZA GIORNATA DI ESERCIZI PRATICI PER IMPARARE A FARE STRATEGIA AGILE PER IL BUSINESS

    CORDATA AGILE: SCOPRI IN ANTEPRIMA QUANDO PARTIREMO

    Registrati, non sarà una newsletter. Contattiamo i nostri amici solo per comunicare loro novità importanti. Iscriviti alla nostra cordata ti avviseremo sulle prossime partenze di Campo Zero.

    Acconsento al trattamento dei miei dati*

    No Comments

    Sorry, the comment form is closed at this time.